7 app super utili per viaggiare

In un mondo governato dagli smartphone ci troviamo sommersi di app per gestire qualunque cosa. Ma tra tutte queste, quali sono le app super utili per viaggiare?

7 app super utili per viaggiare

Molte delle app di questa lista sono di Google—perché la sottoscritta adora Google. Esistono però alternative non Google per praticamente tutte le app proposte. Tutte queste app sono disponibili sia per Android sia per iOS.

ℹ️ Leggi anche: Come usare Google Flights per risparmiare sui voli aerei

7 app super utili per viaggiare: Google Maps
Google Maps in tutto il suo splendore.

1. Google Maps — Per non perdersi

Google Maps è stata la mia salvezza in più di un’occasione. Utilissima per calcolare percorsi a piedi e in auto, è ottima anche per farsi un’idea dei mezzi di trasporto pubblico e dei loro orari. All’occorrenza è possibile usarla semplicemente come mappa, e soprattutto sfruttare il GPS per capire dove ci si trova.

Grazie al roaming, ora possiamo usare i dati del nostro piano telefonico anche nei Paesi UE: ma in caso di viaggio in un Paese extra UE è sufficiente scaricare in anticipo la mappa della città o meta che ci interessa per utilizzare Google Maps anche in assenza di Internet.

Le funzioni di Google Maps non si limitano alla navigazione: è possibile usare il GPS per cercare luoghi di interesse, negozi, ristoranti bar e quant’altro. Se un’attività è registrata su Google, la troveremo anche su Google Maps; e spesso troveremo anche informazioni di contatto, eventuali orari di apertura, foto e commenti di chi ci è già stato.

Disponibile per Android (di solito già installata sul cellulare) e iOS.

Alternative

Google Maps non è certo l’unica app di mappe e navigazione: ci sono molte alternative, alcune più adatte alla città e altre più adatte alle terre selvagge. Per i trekking e le escursioni fuori dai centri abitati è bene affidarsi a un’app ideata proprio per questo scopo, o meglio ancora a un navigatore con GPS e mappe scaricabili.

Per i viaggi in auto o comunque con un mezzo proprio, un’alternativa valida a Google Maps è Waze (Android e iOS), che tiene anche aggiornati circa la situazione stradale del proprio itinerario.

7 app super utili per viaggiare: XE
Il cambio attuale su XE.

2. XE — Per conoscere il cambio attuale

Finché si resta dentro i confini dei Paesi UE che utilizzano l’Euro, nessun problema. Il problema è quando questi confini ce li si lascia alla spalle e ci si trova a fare i conti con valute più o meno familiari.

Avere la possibilità di conoscere il cambio attuale tra la valuta del Paese che stiamo visitanto e quella del nostro Paese d’origine è preziosissimo quando si viaggia.

XE è l’app dell’omonimo sito, e non solo permette di salvare una serie di valute di riferimento e di vedere a cosa corrisponde nella nostra valuta ogni spesa che facciamo nella valuta straniera: il cambio funziona anche offline!

Disponibile per Android e iOS.

7 app super utili per viaggiare: Google Drive
Io uso Google Drive anche per caricare e condividere le foto del viaggio con i miei compagni di viaggio.

3. Google Drive — Per le prenotazioni e i documenti

Quando si viaggia è necessario avere prenotazioni e documenti importanti in ordine. Nell’era della digitalizzazione è ormai inutile stampare pagine e pagine di prenotazioni per alberghi, voli e visite varie: basta mostrare l’e-mail sul cellulare ed eventualmente scansionare un codice QR o dare il numero di prenotazione.

Per tenere ordine tra le proprie prenotazioni è possibile fare come me, che lascio tutto su Gmail e poi vado a cercarmi quello che mi serve quando mi serve; oppure fare le cose sul serio e creare un’apposita cartella sul proprio servizio di cloud di preferenza.

Google Drive è il servizio cloud che uso più spesso: ho tutti i miei documenti e tutte le mie prenotazioni a portata di dito. Molti servizi di cloud permettono inoltre di scaricare alcune cartelle e alcuni file e renderli disponibili anche offline: opzione utilissima soprattutto quando si viaggia nei Paesi extra UE dove il roaming costa oro o non funziona proprio.

Oltre alle prenotazioni, è bene tenere sul cloud e sul cellulare anche una copia dei propri documenti: non si sa mai cosa può succedere al nostro passaporto, e poterne stampare una copia all’occorrenza è sempre una gran cosa.

Disponibile per Android e iOS.

Alternative

Valide alternative a Google Drive sono One Drive di Microsoft (Android e iOS), Dropbox (Android e iOS), e iCloud per i dispositivi iOS.

ℹ️ Leggi anche: Come organizzare un viaggio fai da te

7 app super utili per viaggiare: EasyJet
L’app di EasyJet permette di fare il check-in e di avere con sè le carte d’imbarco.

4. App della compagnia aerea — Per la carta d’imbarco

Se si viaggia in aereo è imperativo scaricare e tenere sul cellulare, almeno fino alla fine del viaggio, l’app della compagnia aerea con la quale si vola.

Ogni compagnia mette ormai a disposizione dei propri clienti una pratica app dalla quale è possibile fare il check-in, controllare lo stato del volo e soprattutto salvare le carte d’imbarco.

Avere la propria carta d’imbarco sul cellulare significa non dover stampare e non dover cercare il foglio giusto al momento dei controlli. Si scansiona il codice QR della carta d’imbarco e via che si va. Consiglio da pro, anche se alcune app lo fanno già di loro: aumentare al massimo la luminosità dello schermo per aiutare lo scanner a leggere il codice.

Prima di ogni viaggio scarico sempre l’app della compagnia con cui volerò—solitamente EasyJet (Android e iOS) o Ryanair (Android e iOS).

Alternative

Ovviamente lo stesso discorso vale anche quando si viaggia in treno o in autobus: la compagnia ha un’app dove è possibile salvare i dettagli del viaggio e il codice di prenotazione? Ottimo, via allo scaricamento!

7 app utili per viaggiare: Guides by Lonely Planet
Cosa vogliamo visitare a Taipei?

5. Guides by Lonely Planet — Per sapere cosa vedere ma anche dove mangiare

La Lonely Planet poteva forse non avere una sua app di mini guide turistiche digitali? Certo che no.

Guides by Lonely Planet è un’app che non va a sostituire una guida cartacea, ma aiuta a farsi un’idea del luogo che si sta visitando e a decidere cosa andare a vedere prima. Si cerca la propria meta dalla schermata principale—o si sceglie un continente e si scorre tra le città a disposizione—e si scarica la guida, che sarà quindi disponibile anche in assenza di connessione a Internet.

Per ogni guida è possibile sfogliare una serie di contenuti che vanno dai must-see ai tour alle liste preconfezionate di attività divise per tipologia (musei, storia locale, attività per famiglie, arte, ecc.). La pratica mappa (scaricabile) consente di orientarsi tra i vari punti d’interesse e farsi un’idea delle distanze e ha la comodissima funzione dei filtri per potersi concentrare solo su quello che ci interessa davvero.

Oltre ai luoghi da visitare, l’app offre una selezione di locali dove mangiare o bere, negozi dove fare shopping, strutture dove dormire e persino posti in cui dedicarsi ad attività di vario tipo, dall’ascolto di musica jazz al birdwatching. Si tratta di una selezione di luoghi perlopiù consigliati da Lonely Planet. Per una ricerca approfondita di tutti i ristoranti o tutti gli hotel della città è meglio affidarsi a piattaforme dedicate.

L’app è in inglese, ma rimane molto intuitiva e facilmente navigabile anche se non si conosce perfettamente la lingua.

Una nota carina: la citazione in fondo al menù delle impostazioni cambia ogni volta che si apre il menù.

Disponibile per Android e iOS.

Alternative

Non l’ho dimenticata: per i locali dove mangiare e bere, i luoghi da visitare e gli itinerari già pronti c’è sempre l’intramontabile app di TripAdvisor (Android e iOS).

ℹ️ Leggi anche: Come scegliere lo zaino da viaggio

7 app super utili per viaggiare: Splitwise
Splitwise calcola automaticamente chi deve quanto a chi.

6. Splitwise — Per tenere traccia delle spese

Per tenere traccia delle proprie spese di viaggio è possibile annotare tutto su un’agenda… o farlo su un’app.

Splitwise non è pensata specificatamente per le spese di viaggio, ma per le spese in generale. Quando si crea un gruppo si può scegliere la tipologia di spese: appartamento, casa, viaggio o altro.

In ogni gruppo (idealmente uno per ogni viaggio) è possibile inserire i compagni di viaggio e annotare le spese affrontate da ognuno: l’ideale per i viaggi di gruppo con una cassa comune o con le spese condivise in stile ‘questa la pago io e la prossima la paghi tu’.

Man mano che le spese vengono aggiunte, Splitwise calcolerà automaticamente chi dei compagni di viaggio è in debito e chi a credito. La versione gratuita dell’app prevede di default che le spese vengano divise equamente, ma passando alla versione pro è possibile scegliere altre modalità di suddivisione.

Alla fine del viaggio sarà Splitwise a fare i conti per saldare le spese e ci dirà chi deve quanto a chi. Dalla versione desktop disponibile sul sito, alla quale si accede con le stesse credenziali registrate sull’app, è possibile rivedere le spese e scaricare i conti completi in pratici file Excel.

Disponibile per Android e iOS.

Alternative

Per tenere traccia delle spese di viaggio, soprattutto quando si tratta di viaggi in Paesi con valute diverse, esiste anche XE Travel (Android e iOS). Registrandosi è possibile inserire i compagni di viaggio e le spese di ciascuno; ed è possibile inserire anche un budget! Trattandosi comunque di un’app di un sito di cambio valuta, XE Travel calcola il cambio valuta in caso di viaggi in Paesi con valute diverse.

Oltre a un’app per tenere traccia delle spese, è sempre utile munirsi di e utilizzare l’app della propria banca (o della Posta in caso di PostePay o conto postale). Queste app aiutano a rendersi effettivamente conto di quanto si sta spendendo, e soprattutto di quanto ci costano le commissioni quando usiamo le nostre carte per prelevare o pagare in valuta straniera.

7 app super utili per viaggiare: Snapseed
Gli strumenti per il fotoritocco di Snapseed.

7. Snapseed — Per ritoccare le foto prima di metterle su Instagram

Inserisco in questa lista anche un’app per il fotoritocco—nonostante ritoccare le foto non sia necessariamente una delle principali attività che si svolgono in viaggio—semplicemente perché sono stufa marcia di vedere orizzonti storti su Instagram e Facebook.

Nell’era delle fotocamere digitali che ti raddrizzano automaticamente le foto e delle app che ti permettono di fare la stessa cosa dopo lo scatto, non è ammissibile aprire Instagram e trovare foto delle vacanze chiaramente ubriache.

Raddrizzate le vostre foto prima di pubblicarle.

È vero, Instagram e Facebook hanno degli strumenti di fotoritocco che è possibile usare al momento della pubblicazione—e tutti conosciamo e facciamo ampio uso dei filtri. Però esistono anche app che permettono di ritoccare con una discreta precisione certe aree e alcuni dettagli delle nostre foto; un valido esempio è Snapseed, app di Google con un sacco di funzioni (anche quella di raddrizzare le foto!).

Disponibile perAndroid e iOS.

Alternative

Per chi non ama Google, Adobe offre la versione app di Lightroom (Android e iOS), ma anche una versione express di Photoshop per ritocchi minimi e collage (Android e iOS); in alternativa, a pagamento: Afterlight (Android e iOS).

ℹ️ Leggi anche: Come organizzare lo zaino da viaggio

7 app super utili per viaggiare
Pronti alla partenza!

In un mondo governato dagli smartphone le app a nostra disposizione sanno essere utilissime, ma la cosa migliore da fare resta staccare gli occhi dallo schermo e godersi il viaggio.

Questo articolo è stato pubblicato originariamente nel mese di marzo 2019 ed è stato aggiornato nel mese di settembre 2019.


Se non vuoi perderti neanche un articolo, iscriviti alla newsletter! Non dimenticare di seguirmi anche su Facebook e su Instagram! E se ti è piaciuto questo articolo, perché non condividerlo?

2 Commenti

  1. Dario

    ho recentemente scoperto un’app molto interessante per gli amanti dei viaggi in treno: TRAINLINE (manco a farlo apposta). -_-‘

    Permette di prenotare e gestire i biglietti per tutta Europa (e con l’ultimo aggiornamento) credo anche nel mondo, usando la localizzazione.

    1. Ma sai che l’ho appena scaricata per i treni nel Regno Unito e non è affatto male? La mia amica di York ormai usa praticamente solo quella per comprare i biglietti. Me la studierò per bene, grazie davvero per il consiglio! 😀

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.