Itinerario per un viaggio on the road in Tasmania

Qualche anno fa mi sono ritrovata a improvvisare un itinerario per un viaggio on the road in Tasmania.

La Tasmania è quell’isolotto di poche migliaia di chilometri quadrati che si trova sotto l’Australia, a sud dello stato del Victoria. Si tratta a tutti gli effetti di uno degli stati australiani, anche se a volte viene un po’ dimenticata proprio per il suo trovarsi leggermente fuori dal mondo.

La Tasmania è piccina, verde, selvaggia e io devo averci lasciato un pezzetto di cuore, perché è uno di quegli angoli di mondo dove torno spesso con la mente.

La si gira tranquillamente in una manciata di giorni, ma volendo le si può dedicare più tempo per poterla visitare con più calma e per non lasciarsi sfuggire proprio nulla.

Con otto giorni a disposizione, un’auto e un budget ristretto, io e mia cugina abbiamo seguito un semplice itinerario che ci ha portate a toccare ogni costa muovendoci in senso antiorario, partendo da e ritornando a Hobart, la piccola capitale tasmana.

Mappa itinerario Tasmania on the road
Il nostro itinerario di viaggio on the road in Tasmania.
Giorno 1 ✈️ Sydney - Hobart
Giorno 2 🚗 Hobart → White Beach, Tasman Peninsula
Giorno 3 🚗 White Beach → Bicheno
Giorno 4 🚗 Bicheno → Launceston - Devonport
Giorno 5 🚗 Devonport → Cradle Mountain
Giorno 6 🚗 Cradle Mountain → Strahan
Giorno 7 🚗 Strahan → New Norfolk
Giorno 8 🚗 New Norfolk → Hobart
Giorno 9 ✈️ Hobart → Sydney

NOTA: il nono giorno è stato semplicemente quello del ritorno a Sydney perché i voli alla mattina presto costano meno e noi si era povere.

Come raggiungere la Tasmania?

Ci sono due modi per raggiungere la Tasmania:

  • Via nave. I traghetti partono da Melbourne e arrivano a Devonport, nel nord della Tasmania. Ci sono diverse compagnie che offrono viaggi su questa tratta. In genere ci vuole una decina di ore per coprire la distanza tra Melbourne e Devonport, e i prezzi dei biglietti vanno da poco meno di $100 a diverse centinaia di dollari, a seconda della stagione e del tipo di biglietto: cabina privata, cuccetta in  cabina condivisa, semplice sedile reclinabile nella sala comune, a zonzo per la nave senza fissa dimora. Chiaramente il prezzo del biglietto cresce se si intende trasportare anche un veicolo proprio.
  • Via aereo. Di base le compagnie aeree che volano su Hobart e Launceston, i centri più importanti e dove si trovano i due principali aeroporti tasmani, sono quattro: Virgin Australia (generalmente cara), Qantas (compagnia di bandiera australiana; abbastanza cara), Jetstar (una specie di low cost, ma per gli standard australiani, quindi comunque più cara delle low cost a cui siamo abituati in Europa), Tigerair (veramente low cost, ma anche veramente a rischio cancellazione voli, a quanto ho letto). I voli verso la Tasmania partono da Sydney, Melbourne, Brisbane, Adelaide e Gold Coast.
Un sentiero per la spiaggia in Tasmania.
Andiamo in spiaggia?
Che vaccinazioni bisogna fare?

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per la Tasmania, come per il resto dell’Australia. Chiaramente è una buona idea controllare di essere a posto con richiami vaccinali come quello dell’antitetanica.

Serve il visto?

Sì. Sul sito governativo australiano dedicato all’immigrazione c’è uno strumento molto utile per capire quale tipo di visto sia il più adatto a noi. Una buona opzione (anche perché è rapida e gratuita) è il visto eVisitor, un eVisa che si richiede online e che viene rilasciato virtualmente: non bisogna stampare nulla, alla dogana verrà semplicemente scansionato il passaporto per verificare che ci sia un visto collegato.

Se invece vogliamo andare in Australia per un’esperienza non di sola vacanza ma anche di lavoro, dobbiamo assolutamente prendere in considerazione il Working Holiday Visa.

Quale valuta è in uso in Tasmania?

Essendo la Tasmania a tutti gli effetti Australia, la valuta in uso è il dollaro australiano (qui il cambio attuale). Ci sono sportelli per prelevare in qualsiasi centro abitato, anche nel più sperduto, e le carte vengono generalmente accettate ovunque. È comunque sempre una buona idea controllare le commissioni per prelievi e pagamenti applicate dalla propria banca.

Auto e strada sterrata in Tasmania.
Auto e strada sterrata.
Quali mezzi di trasporto è meglio usare in Tasmania?

Auto, van, moto, bicicletta (per gli impavidi). Purché sia un mezzo proprio o noleggiato che permetta un po’ di autonomia. Il sistema ferroviario tasmano trasporta solo merci, e viaggiare esclusivamente in autobus priva del gusto di fermarsi quando si vuole ad ammirare gli inevitabili e meravigliosi panorami che si incontrano.

Negli aeroporti di Hobart e Launceston è possibile noleggiare auto da praticamente tutte le principali compagnie di auto noleggio. Per noleggiare un’auto sono necessarie una carta di credito e una patente.

Ogni stato australiano ha regole diverse circa la validità delle patenti di guida straniere. Per quanto riguarda la Tasmania: è possibile guidare con una patente straniera se la stessa è in corso di validità e se il possessore ha un visto turistico o temporaneo, oppure un visto permanente che sia stato rilasciato da meno di tre mesi. Se però la patente non è in lingua inglese, sarà necessario avere una patente internazionale, oppure una traduzione ufficiale del documento. È possibile farsi fare una traduzione ufficiale dagli uffici governativi australiani.

Dove si può dormire?

La Tasmania non è povera di alberghi e ostelli, ma è anche decisamente molto molto ricca di campeggi. Ogni centro abitato di medie dimensioni ha il suo campeggio fornito di tutti i comfort: cucina, bagni, docce, lavanderia, barbecue (che è fondamentale).

Se si va in Tasmania durante la bassa stagione non è nemmeno necessario prenotare in anticipo tutti i pernottamenti. Quando sono stata in Tasmania era inizio aprile: l’autunno era appena cominciato, la temperatura andava a rinfrescarsi e l’unica vera folla di turisti l’ho vista a Cradle Mountain (meta prediletta degli appassionati di trekking). Per il resto era tanto se incrociavamo qualcuno di non tasmano.

Io e mia cugina abbiamo deciso di scegliere giorno per giorno dove fermarci in base ai chilometri che ci andava di macinare con la nostra auto a noleggio. Una volta stabilita la meta della giornata, selezionavamo il campeggio e chiamavamo per chiedere fino a che ora si poteva fare il check-in. Prendevamo sempre un unpowered site, cioè un fazzoletto di terra senza nessuna presa per la corrente (tanto non ci serviva). Il costo a notte si aggirava generalmente sui $15 in tutto.

Se si viaggia con un van, con un camper o con una tenda e si vuole campeggiare fuori dai campeggi, è possibile farlo finché non ci si introduce in proprietà private. Attenzione: nei parchi nazionali è concesso campeggiare solo in aree dedicate.

Dove Lake e Cradle Mountain, Tasmania.
Dove Lake e Cradle Mountain.
Dritte random
  • Il clima in Tasmania è di solito più freddo rispetto al resto dell’Australia. Gli inverni sono freddi ma non gelidi (temperature minime 3°C e massime 11°C) e le estati sono decisamente non caldissime (temperature minime 17°C e massime 23°). L’isola è generalmente abbastanza piovosa, ma il sud-est è stranamente molto secco. [ Fonte: DiscoverTasmania.com.au ]
  • Attenzione agli animali selvatici sulle strade, in particolar modo ai canguri (facili vittime degli automobilisti) e agli inevitabili diavoli della Tasmania che vanno a cibarsi delle loro carcasse.
  • Attenzione anche alle strade: alcune delle strade segnalate sulle mappe possono sembrare innocue ma sono in realtà sterrate per chilometri e chilometri.
Mappa della Tasmania.
Mappa della Tasmania munita di tutte le strade. Tutte. Anche quelle sterrate.

Se non vuoi perderti neanche un articolo, iscriviti alla newsletter! Non dimenticare di seguirmi anche su Facebook e su Instagram! E se ti è piaciuto questo articolo, perché non condividerlo?

4 Commenti

Cosa ne pensi?